Maria
Search Keyword: Total 26 results found.
Tag: Maria Ordering
Article

Da un’intervista a Chiara sull'anno Mariano

Rocca di Papa, 4 giugno 1987

Domande impegnative e risposte cariche di speranza.

(di Tavares Manoel, del programma brasiliano della Radio Vaticana).

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Trascrizione

Download

Eccomi, sono la serva del Signore...

Rocca di Papa, 11 novembre 1981

Commento alla Parola di Vita: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto» (Lc 1,38).

L'ultimo commento di Chiara Lubich a questa Parola è del dicembre 2002.Ne proponiamo uno precedente, registrato in audio l'11 novembre 1981 e trasmesso il 6 dicembre 1981 su RadioDue nel programma "Oggi è domenica" ed il 7 dicembre 1981 della Radio Vaticana nel programma "Dialogo Aperto".

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Trascrizione download

Equilibrio divino

Roma, 1950

«In patientia vestra possidebitis animas vestras» (Lc 21, 19)1. Con questa parola Gesù c’insegna a vivere bene il momento presente della nostra vita: a viverlo in profondità, con perfezione, compiutamente. E questo conta nel cristianesimo: compiere bene le cose.Infatti: «Chi bene comincia è alla metà dell’opera», è proverbio della sapienza umana, buono quindi, ma non fatto per tutti. Invece: «Chi avrà perseverato sino alla fine, questi sarà salvo» (Mt 10, 22) è della Sapienza divina.

Santa Chiara e Maria

Bulle (Svizzera), 10 agosto 2003

Santa Chiara e Maria :: Bulle (Svizzera), 10 agosto 2003

Trascrizione

Maria, trasparenza di Dio

Fiera di Primiero (TN), 1959 Chiara Lubich scrisse questo testo per la Mariapoli di Fiera di Primiero del 1959. La Mariapoli era, a quei tempi, un periodo di vacanze trascorse insieme da quanti vivevano lo spirito dei Focolari.

Tra le tante parole che il Padre pronunziò nella Sua Creazione ve ne fu una tutta singolare. Non poteva esser tanto oggetto d’intelletto quanto d’intuizione, non tanto splendore di sole divino, quanto ombra soave e tiepida, quasi nuvoletta alacre e bianca che tempera e adatta i raggi del sole alla capacità visiva dell’uomo.

Tags:

Discorso per il dottorato honoris causa in Sacra Teologia

Manila, 14 gennaio 1997

L’approccio di Chiara alla teologia non è avvenuto sui banchi di una Università ma attraverso piccole circostanze che sono culminate nel riporre gli amati libri in soffitta. Circostanze altamente significative perché vi si legge un disegno, quasi una storia sacra, tramite la quale lo Spirito trova lo spazio per arricchire anche la teologia di una Sua luce.

Discorso per il dottorato honoris causa in Sacra Teologia :: Manila, 14 gennaio 1997

Testo

Maria

Fiera di Primiero, estate 1959

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Brano da una conversazione di Chiara Lubich su Maria tenuta alla Mariapoli di Fiera di Primiero nell'estate 1959.

download

Tags:

Maria nell'esperienza del '49

Castel Gandolfo, 16 febbraio 1987

Maria nell'esperienza del '49 :: Castel Gandolfo, 16 febbraio 1987

Testo

Maria nell’esperienza del Movimento dei Focolari: prime intuizioni

Castel Gandolfo, 16 febbraio 1987*

Maria nell'esperienza del Movimento dei Focolari: prime intuizioni :: Castel Gandolfo, 16 febbraio 1987

Chiara Lubich descrive a un gruppo di vescovi l’esperienza del Movimento dei Focolari nei confronti di Maria; come Ella stessa si sia fatta conoscere in momenti chiave della vita, in un modo così forte e nuovo che l’Opera nel suo insieme ha preso nome da lei: “Opera di Maria”.

 Trascrizione

*nuovo estratto rispetto alla precedente pubblicazione

Tags:

Laica come noi laici

In quest’epoca si parla tanto della funzione del laicato, e forse si staglierebbe meglio la figura del laico, che pure è «Chiesa», se si spiegassero un po’ più estesamente e meglio alcuni aspetti di Maria Santissima. È lei, ci sembra, il modello, anche se eccezionale e singolare, del laico. Di Maria noi cattolici non facciamo una deità, come siamo sovente accusati, anche se, avendoci portati l’amore e la fede a scoprire tutto ciò che la fa speciale, la releghiamo spesso lontano da noi, in una sfera che le è propria, ma che non è l’unica.

Leggi tutto il testo

Un motivo per dire il rosario

Rocca di Papa, 28 giugno 1978

Un motivo per dire il rosario :: Rocca di Papa, 28 giugno 1978

Trascrizione

Tags:

La Madre: Maria, la Desolata

Rocca di Papa, 23 novembre 1973

La Madre: Maria, la Desolata :: Rocca di Papa, 23 novembre 1973

Trascrizione

La voglio rivedere in te

Sono entrata in chiesa un giornoe con il cuore pieno di confidenza gli chiesi :« Perché volesti rimanere sulla terra,su tutti i punti della terra,nella dolcissima Eucaristia,e non hai trovato,Tu che sei Dio,una forma per portarvi e lasciarvi anche Maria,la Mamma di tutti noi che viaggiamo ? ».Nel silenzio sembrava rispondesse :Non l’ho portata perché la voglio rivedere in te.Anche se non siete immacolati,il mio amore vi verginizzeràe tu, voi,aprirete braccia e cuori di madri all’umanità,che, come allora, ha sete del suo Dioe della madre di Lui.A voi oralenire i dolori, le piaghe,asciugare le lacrime.Canta le litaniee cerca di rispecchiarti in quelle.

Trascrizione

Meditazioni, Città Nuova, Roma 1959, 2000.

Tags:

Maria, regina del mondo

Se un giorno gli uomini, ma non come singoli bensì come popoli, se un giorno i popoli sapranno posporre loro stessi, l’idea che essi hanno della loro patria, i loro regni, e offrirli come incenso al Signore, re di un regno che non è di questo mondo, guida della storia, e questo lo faranno per quell’amore reciproco fra gli Stati, che Dio domanda, come domanda l’amore reciproco tra i fratelli, quel giorno sarà l’inizio di una nuova èra, perché quel giorno, così come è viva la presenza di Gesù fra due che si amano in Cristo, sarà vivo e presente Gesù fra i popoli, messo finalmente al suo vero posto di unico re, non solo dei cuori ma delle nazioni: sarà il Cristo re....

leggi il testo integrale

Pubblicato su Scritti Spirituali/1. L'attrattiva del tempo moderno, Città Nuova, Roma 1978, 1997

Quando qualcuno ci passa accanto

Roma, 1978

Quando qualcuno ci passa accanto durante la giornata, al lavoro o a scuola, la nostra parte è sempre e solo quella di amare.

Ma occorre amare da Gesù.

Per fare questo è necessario ascoltare sempre la sua voce che parla dentro di noi, perché nell’amare non ci succeda di sbagliare o per eccesso o per difetto. Il Vangelo ci ammonisce, per esempio, di non dare le cose sante ai cani; e noi (pur potendoci e dovendoci sempre giudicare inferiori a tutti, ché Dio solo sa le grazie che ci ha donato e non abbiamo abbastanza sfruttato) dobbiamo star bene accorti a non parlare di «cose sante» in un ambiente che non sia preparato a riceverle.

Come Maria

Città Nuova, 25 gennaio 1961

E quando i discepoli erano riuniti con Maria, lo Spirito Santo li investì veemente ed essi parlarono parole di vita con una forza travolgente e convinsero migliaia di uomini a seguire Gesù. E battezzarono ed edificarono la Chiesa.Con Maria... era la presenza dell’amore. D’un amore nuovo.

Come Maria madre

Rocca di Papa, 26 maggio 1987

Come Maria madre :: Rocca di Papa, 26 maggio 1987

Da una conferenza telefonica con le principali sedi dei Focolari nel mondo.

Trascrizione

Tags:

Ci lega Dio: noi siamo fratelli

Castel Gandolfo, 10 giugno 1998

Ci lega Dio: noi siamo fratelli :: Castel Gandolfo, 10 giugno 1998

Chiara Lubich al convegno degli amici musulmani

Maria, modello di chi fa la volontà di Dio

Intervista a Chiara Lubich

[…] Il Movimento considera Maria come il modello a cui ispirarsi nel « fare la volontà di Dio ». Perché?

Il Movimento non può non ispirarsi a Maria nel desiderio di fare la volontà di Dio.Maria infatti, dopo Gesù, è colei che meglio e più perfettamente ha saputo dir sì a Dio.È soprattutto qui la sua santità e la sua grandezza.

Maria, umanità realizzata

Giugno 1973

I giovani vogliono essere autentici, sentono il bisogno di liberarsi da tutto ciò che impedisce di essere veri. Nella Madonna c’era solo autenticità, perché in lei non esisteva « se stessa » nel senso negativo, ma solo il disegno di Dio su di lei senza incrostazioni di uomo vecchio.

Un po’tutti pensano poi, e i giovani in modo particolare, che la donna e l’uomo, per essere completi, abbiano necessariamente bisogno l’uno dell’altro e non possano realizzare nulla di sé se non nel completamento con l’altro sesso. Ora Maria, che è sola, sfata del tutto questa idea.

Leggi tutto il testo

Pubblicato in : Colloqui con i Gen, cit., pp. 178-182*

Essere Maria

Carissimi gen,e torna, come una dolcissima poesia, la ricorrenza di Natale.In questi giorni, come da secoli ormai, si intrecciano gli auguri, e la pace, che gli angeli hanno annunziato allora, si vede rifiorire, magari per pochi istanti, anche sul volto di uomini che non la conobbero mai.Anch’io voglio augurarvi qualcosa che vi sia veramente gradito e soprattutto desiderato da Colui che guida i nostri passi e sa il nostro bene.Questo il mio augurio: che la nostra vita sia un continuo Natale, solennizzato nel segreto dei cuori e nell’intima fraternità che ha da estendersi in senso sempre più vasto fino a prendere, quando Dio avrà stabilito, i confini della terra: finché «tutti siano uno».

Maria e la comunicazione

Castelgandolfo, 6 giugno 2003

Seminario internazionale di comunicazione :: Castelgandolfo, 6.6.2003

Seminario internazionale di comunicazione, promosso dall'associazione di NetOne. Chiara Lubich: "Maria e la comunicazione". Questo filmato è stato recentemente riproposto ad un convegno promosso dal gruppo editoriale Città Nuova.

trascrizione

E beata colei che ha creduto...

Città Nuova, 25 luglio 1999

Commento alla Parola di Vita:

E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore(Lc 1,45).

Questa Parola fa parte di un avvenimento semplice e altissimo al tempo stesso: è l'incontro fra due gestanti, fra due madri, la cui simbiosi spirituale e fisica con i loro figli è totale. Sono esse la loro bocca, i loro sentimenti. Quando parla Maria, il bambino di Elisabetta fa un balzo di gioia nel suo ventre. Quando parla Elisabetta sembra che le parole le siano messe sulle labbra dal Precursore. Ma mentre le prime parole del suo inno di lode a Maria sono rivolte personalmente alla madre del Signore, le ultime sono dette in terza persona: "Beata colei che ha creduto".Così la sua "affermazione acquista carattere di verità universale: la beatitudine vale per tutti i credenti, concerne coloro che accolgono la Parola di Dio e la mettono in pratica e che trovano in Maria il modello ideale" .

Maria nel Movimento dei Focolari

Castelgandolfo, 28 aprile 2003

Chiara Lubich al Congresso Mariano :: Castelgandolfo, 28 aprile 2003

Congresso Mariano :: 1° parte Congresso Mariano :: 2° parte

Intervento di Chiara Lubich al Congresso Mariano organizzato dal Movimento dei Focolari nell'anno dedicato da Giovanni Paolo II al Rosario

trascrizione

Tags:

Maria, fiore dell’umanità

La tutta bella Madonna (India) :: Theotokos, Loppiano Guardando la natura sembra che Gesù dia il suo comandamento nuovo anche ad essa.Ho osservato due piante e ho pensato all’impollinazione. Prima di questa, le piante crescono verso l’alto, come amassero Dio con tutto il loro essere. Poi s’uniscono quasi si amassero a vicenda come le Persone della Trinità si amano. Fanno di due una cosa sola. Si amano fino all’abbandono, fino a perdere – per così dire – la loro personalità come Gesù nell’abbandono.

Poi dal fiore, che ne scaturisce, nasce il frutto e perciò la vita continua. è come la Vita eterna di Dio improntata alla natura. L’Antico e il Nuovo Testamento formano un solo albero.La fioritura avvenne nella pienezza dei tempi. E l’unico fiore era Maria.

Tags: