Gesù in mezzo
Search Keyword: Total 16 results found.
Tag: Gesù in mezzo Ordering
Article

Il Movimento dei Focolari e la Parola

Rocca di Papa, 12 febbraio 1985

Chiara ai vescovi amici del Movimento:

Il Movimento dei Focolari e la Parola :: Rocca di Papa, 12 febbraio 1985

Testo

Messaggio per «Radio Veritas»

Manila, 25 gennaio 1982

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

«Radio Veritas», l’emittente cattolica di Manila che irradia programmi in tutti i Paesi dell’Estremo Oriente, ha chiesto a Chiara un messaggio da mandare in onda durante la sua permanenza nelle Filippine.

da: Incontri con l'oriente, Città Nuova Editrice, Roma 1986.

Testo

Download

L'influsso spirituale di Maria sull'uomo d'oggi

Roma, 30 novembre 1987 Basilica di Santa Maria Maggiore

1°parte:

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

2°parte:

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

trascrizione download - 1°parte download - 2°parte

La famiglia è il futuro

Lucerna (Svizzera), 16 maggio 1999

Dal discorso tenuto a Lucerna (Svizzera) il 16 maggio 1999, in occasione del 19° Congresso Internazionale per la famiglia dal titolo «La famiglia è il futuro».

La famiglia è il futuro :: Lucerna (Svizzera), 16 maggio 1999

Testo

L’amore che ci rende fratelli

Roma, 1973

Come essere operatori di pace

Nel messaggio del Santo Padre1 per la giornata della pace, diretto agli «uomini tutti viventi nell’anno 1972», c’è un brano, verso la fine, rivolto «ai fratelli e figli della nostra Chiesa cattolica». Con esso il Papa ci invita a «portare agli uomini di oggi un messaggio di speranza, attraverso una fraternità vissuta ed uno sforzo onesto e perseverante per una più grande, reale giustizia».

Erano i tempi di guerra

Roma, ottobre 1948

Erano i tempi di guerra.Tutto crollava di fronte a noi, giovanette, attaccate ai nostri sogni per l’avvenire: case, scuole, persone care, carriere.Il Signore pronunciava coi fatti una delle sue eterne parole: «Tutto è vanità, nient’altro che vanità...».Fu da quella devastazione completa e molteplice di tutto ciò che formava l’oggetto del nostro povero cuore, che nacque il nostro ideale.Vedevamo altre giovinezze gettarsi nell’entusiasmo sincero per la salvezza e l’avvenire migliore della Patria.Era facile parlar d’Ideale in quella vita morta a tutto ciò che umanamente potrebbe attrarre.Noi sentivamo che un solo ideale era vero, immortale: Dio.

Intervista a Chiara di José María Poirier

Rocca di Papa, 19 febbraio 1998

Intervista a Chiara di José María Poirier :: Rocca di Papa, 19 febbraio 1998

Intervista a Chiara di José María Poirier (Giornalista argentino de La Nación)

Trascrizione

L'evangelizzazione dei figli

Roma (Vaticano), 12 ottobre 2000

L'evangelizzazione dei figli :: Roma (Vaticano), 12 ottobre 2000

Congresso Internazionale Teologico-Pastorale: "I Figli, primavera della famiglia e della Società" "L'evangelizzazione dei figli"

Trascrizione

Se siamo uniti Gesù è fra noi

Roma, 12 novembre 1949

Riportiamo un commento di Chiara Lubich alla Parola del Vangelo: “Lucerna del tuo corpo è l'occhio. Se il tuo occhio è puro, tutto il tuo corpo sarà illuminato” (Mt 6,22). Scritto probabilmente nell’autunno 1949, tale commento è stato pubblicato in data 12 novembre 1949 nel settimanale La Via, fondato da Igino Giordani.

Se siamo uniti Gesù è fra noi. E questo vale. Vale più d’ogni altro tesoro che può possedere il nostro cuore: più della madre, del padre, dei fratelli, dei figli.

Vale più della casa, del lavoro, della proprietà; più delle opere d’arte d’una grande città come Roma, più degli affari nostri, più della natura che ci circonda con i fiori e i prati, il mare e le stelle; più della nostra anima.

leggi tutto il testo

Gesù Maestro

Rocca di Papa, 23 febbraio 1971

Gesù Maestro :: Rocca di Papa, 23 febbraio 1971

Intervista rilasciata a ZENIT in occasione della settimana santa

Roma, giovedì 8 aprile 2004

Ci avviciniamo alla Pasqua. Mentre nel mondo si respira un clima di paura per l’incombere del terrorismo, dal mistero del venerdì santo e della Pasqua di resurrezione, quale risposta?

Chiara Lubich: E’ venerdì santo ogni giorno. Guardando il telegiornale, davanti al susseguirsi di uccisioni e attentati, in quelle immagini di violenza disumane, nel grido di quelle sofferenze, risuona il grido di abbandono che Gesù ha lanciato al Padre sulla croce: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?, la sua prova più alta, la tenebra più oscura. Ma è un grido che non è rimasto senza risposta.

Gesù non è rimasto nel baratro di quell’infinita sofferenza, ma, con uno sforzo immane e inimmaginabile si è riabbandonato al Padre, superando quell’immenso dolore ed ha riportato così gli uomini in seno al Padre e nel reciproco abbraccio.

leggi tutto il testo

Essere Maria

Carissimi gen,e torna, come una dolcissima poesia, la ricorrenza di Natale.In questi giorni, come da secoli ormai, si intrecciano gli auguri, e la pace, che gli angeli hanno annunziato allora, si vede rifiorire, magari per pochi istanti, anche sul volto di uomini che non la conobbero mai.Anch’io voglio augurarvi qualcosa che vi sia veramente gradito e soprattutto desiderato da Colui che guida i nostri passi e sa il nostro bene.Questo il mio augurio: che la nostra vita sia un continuo Natale, solennizzato nel segreto dei cuori e nell’intima fraternità che ha da estendersi in senso sempre più vasto fino a prendere, quando Dio avrà stabilito, i confini della terra: finché «tutti siano uno».

La presenza di Gesù fra noi

10 gennaio 1978 Città Nuova Dialogo aperto :: di Chiara Lubich -

DIALOGO APERTOdi Chiara Lubich

Quali sono gli effetti che derivano dal vivere quella frase del Vangelo che dice: «Dove due o tre sono uniti nel mio nome io sono in mezzo a loro»? P. L. - Firenze

Dio abiterà con loro

Gennaio 1999

Commento alla Parola di Vita: "Dio abiterà con loro; essi saranno il suo popolo" (cf Ap 21,3).

A gennaio, in molte parti del mondo, i cristiani celebrano insieme la loro comune fede con preghiere e incontri speciali. Il tema scelto per la Settimana, a ciò specialmente dedicata, è tratto dall'Apocalisse. Leggiamolo per intero:

Ecco la dimora di Dio con gli uomini!Egli dimorerà tra di loro ed essi saranno suo popoloed egli sarà il 'Dio-con-loro'.E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;non ci sarà più la morte,né lutto, né lamento, né affanno,perché le cose di prima sono passate