Gesù abbandonato
Search Keyword: Total 14 results found.
Tag: Gesù abbandonato Ordering
Article

Da un’intervista a Chiara sull'anno Mariano

Rocca di Papa, 4 giugno 1987

Domande impegnative e risposte cariche di speranza.

(di Tavares Manoel, del programma brasiliano della Radio Vaticana).

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Trascrizione

Download

La famiglia è il futuro

Lucerna (Svizzera), 16 maggio 1999

Dal discorso tenuto a Lucerna (Svizzera) il 16 maggio 1999, in occasione del 19° Congresso Internazionale per la famiglia dal titolo «La famiglia è il futuro».

La famiglia è il futuro :: Lucerna (Svizzera), 16 maggio 1999

Testo

L'influsso spirituale di Maria sull'uomo d'oggi

Roma, 30 novembre 1987 Basilica di Santa Maria Maggiore

1°parte:

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

2°parte:

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

trascrizione download - 1°parte download - 2°parte

I giorni più importanti

Mollens, 27 marzo 2002

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Intervista per la trasmissione Ecclesia-CEI © Radio Vaticana

trascrizione

Discorso per il dottorato honoris causa in Sacra Teologia

Manila, 14 gennaio 1997

L’approccio di Chiara alla teologia non è avvenuto sui banchi di una Università ma attraverso piccole circostanze che sono culminate nel riporre gli amati libri in soffitta. Circostanze altamente significative perché vi si legge un disegno, quasi una storia sacra, tramite la quale lo Spirito trova lo spazio per arricchire anche la teologia di una Sua luce.

Discorso per il dottorato honoris causa in Sacra Teologia :: Manila, 14 gennaio 1997

Testo

Intervista a Chiara di José María Poirier

Rocca di Papa, 19 febbraio 1998

Intervista a Chiara di José María Poirier :: Rocca di Papa, 19 febbraio 1998

Intervista a Chiara di José María Poirier (Giornalista argentino de La Nación)

Trascrizione

Perché l’Amore non sia Abbandonato

Castel Gandolfo, 3 ottobre 2005

Da un discorso preparato:

(…) Leggiamo dapprima alcuni brani di una lunga lettera a Duccia Calderari. Risale, con molta probabilità, all’Avvento del 1944. In essa appare lampante la differenza che passa tra il dolore dell’abbandono e gli altri dolori sperimentati da Gesù nella sua passione. Vi è una chiara comprensione della particolarità di questo supremo dolore e di come Gesù con esso ha fatto dono agli uomini della sua divinità.Di conseguenza, come in altre letterine di quel periodo, sorge la proposta decisa di seguirlo e di amarlo in questo suo più grande dolore che ci appare subito come l’espressione del suo più grande amore.Traspare dalla lettera la coscienza della novità della luce ricevuta con il carisma e la forza dell’amore per Gesù abbandonato che ardeva nei nostri cuori e che era stato acceso in noi dal suo sconfinato amore.Dopo una attenta descrizione della divina passione che santa Caterina da Siena nutriva per Gesù crocifisso, la lettera prosegue:

Credi, Duccia, è l’Amore la salvezza del secolo XX perché l’Amore è Dio.Tutti i tranelli più o meno profani sono perdita di tempo o servono da sottosuolo ai Disegni di Dio....

testo integrale

Dio bellezza e il Movimento dei Focolari

Castel Gandolfo, 23 aprile 1999

Dio bellezza e il Movimento dei Focolari :: Castel Gandolfo, 23 aprile 1999

Chiara ad un congresso di artisti

Trascrizione

Lettera dell’Avvento 1944 a Duccia Calderari

A disposizione dei disegni di Dio

Nell’Avvento del Regno dell’Amore!

Carissima Duccia*,

Ti ho lasciata prima ed appena lasciata t’ho abbandonata all’Amore, perché faccia di te la S. Caterina dei nuovi tempi.Sono andata in S. Marco ed ho pregato Lui, l’Onnipotente per te.Gli ero vicinissima col corpo e col cuore e Lui m’ha parlato di te. M’ha detto che il tuo desiderio è accolto nel Cielo e Lui, l’onnipotente, è pronto all’attuazione.M’ha detto però di parlarti così:Il voler esser S. Caterina è buona cosa.Il poter essere S. Caterina dipende tutto da Dio e dipende tutto da te.

leggi tutto il testo

* Duccia, di qualche anno più grande di Chiara, era un’assistente sociale, crocerossina che abitava in Piazza Cappuccini, a Trento, vicino al focolare dove Chiara si era trasferita nel settembre 1944.Chiara le dà come modello Santa Caterina da Siena, molto popolare in Italia, la cui spiritualità era centrata sul binomio «Sangue e Fuoco».Si percepisce che l’Autrice inizia ad avere coscienza di essere portatrice di un dono, di essere stata scelta da Gesù per essere sua confidente circa la sua piaga (cf. Lettere dei primi tempi p.55). Appare la parola “chiave” (cf. Lettere dei primi tempi p. 53) che indica che la croce, e specie Gesù Abbandonato, aprono ogni cuore, portano alla santità.

Intervista rilasciata a ZENIT in occasione della settimana santa

Roma, giovedì 8 aprile 2004

Ci avviciniamo alla Pasqua. Mentre nel mondo si respira un clima di paura per l’incombere del terrorismo, dal mistero del venerdì santo e della Pasqua di resurrezione, quale risposta?

Chiara Lubich: E’ venerdì santo ogni giorno. Guardando il telegiornale, davanti al susseguirsi di uccisioni e attentati, in quelle immagini di violenza disumane, nel grido di quelle sofferenze, risuona il grido di abbandono che Gesù ha lanciato al Padre sulla croce: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?, la sua prova più alta, la tenebra più oscura. Ma è un grido che non è rimasto senza risposta.

Gesù non è rimasto nel baratro di quell’infinita sofferenza, ma, con uno sforzo immane e inimmaginabile si è riabbandonato al Padre, superando quell’immenso dolore ed ha riportato così gli uomini in seno al Padre e nel reciproco abbraccio.

leggi tutto il testo

Gesù abbandonato

Rocca di Papa, 7 dicembre 1971

Il 20 settembre 1949 Chiara Lubich scriveva il noto testo "Ho un solo sposo sulla terra: Gesù Abbandonato...". Nel seguente discorso ce lo spiega.

Gesù Abbandonato - 1° parte :: Rocca di Papa, 7 dicembre 1971

Chiara Lubich all'incontro dei focolarini/e italiani/e:Gesù Abbandonato (1° parte)

trascrizione

Rocca di Papa, 8 dicembre 1971

Gesù Abbandonato - 2° parte :: Rocca di Papa, 8 dicembre 1971

Chiara Lubich all'incontro dei focolarini/e italiani/e:Gesù Abbandonato (2° parte)

trascrizione