Centro Chiara Lubich

Movimento dei Focolari

  • scritti

    dall'archivio di Chiara Lubich

  • audio

    dall'archivio di Chiara Lubich

  • video

    dall'archivio di Chiara Lubich

  • 1

Pubblicheremo periodicamente "stralci" dall'archivio di Chiara Lubich per offrire anche oggi una possibilità di contatto con questa donna straordinaria.

Rocca di Papa, 20 settembre 1979

Chiara Lubich ha sempre visto la seconda generazione del Movimento dei Focolari come la manifestazione viva del suo stesso ideale: “La vostra generazione è chiamata, dalle esigenze dei tempi, all’autenticità, all’ideale più genuino”, diceva ai gen.
In questo editoriale della piccola rivista Gen del 1979, Chiara non si si tira indietro e, presentando loro l’amore per la croce di Gesù, li sfida alle conseguenze!

Carissimi gen,
forse volete sapere una parola che sia quella; una parola che dica tutto, che riassuma la verità, che vi porga una ricetta per una vita vera.
È ciò che sto meditando anch’io questi giorni.
Bene, gen, mi sono convinta che non vi è strada più sicura, per arrivare alla vita perfetta, di quella del dolore abbracciato per amore.
E così l’hanno pensata tutti i Santi, di tutti i secoli.
Il fatto è che ognuno ha voluto seguire Gesù e Lui ha parlato chiaro: «Chi vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua» (Mc 8, 34).
«…Prenda la sua croce».
Ognuno per seguire Lui, il Perfetto, non ha che da accogliere nel suo cuore la propria croce, i propri dolori.
Tutti ne abbiamo. Ebbene: alziamoci la mattina col cuore cambiato. Lo sappiamo: il dolore si vuole allontanare, accantonare, dimenticare. Così è fatto l’uomo. Ma non così il cristiano. Egli, perché seguace di Cristo, sa che il dolore è prezioso, che va accettato come ha fatto Gesù con la sua croce, e lo abbraccia con tutto lo slancio del suo cuore.
Quale sarà il risultato? Quale il frutto?
Ne verranno tutte le virtù: la pazienza, la purezza, la mansuetudine, la povertà, la temperanza e così via.
E, con tutte le virtù, la perfezione, la vita vera.
Ci state?
Ogni uomo che vuole raggiungere un traguardo, deve sottomettersi a fatiche, a sacrifici, a sforzi.
Il nostro traguardo è Gesù.
Per seguirlo occorre il dolore amato.
Ciao gen, con tutto l’augurio perché sappiate essere degni di Lui.

(Da “Gen”, Ottobre - Novembre 1979: Editoriale)

 

buca delle lettere

Contact Icon

Saremo grati a quanti ci faranno pervenire ricordi, documenti inediti, foto... per arricchire l'archivio di Chiara Lubich.
per inviarceli subito

in libreria

LibroDeFerrari

 

 

 

 

 

 

 

Qui c'è il dito di Dio!

Lucia Abignente

chi è online

Abbiamo 283 visitatori e nessun utente online

27 gennaio 2015

Lubich

Video-sintesi della cerimonia di apertura della “Causa di beatificazione e canonizzazione” di Chiara Lubich.
Il messaggio di papa Francesco 
La registrazione video dell'intera cerimonia.

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.