Castel Gandolfo, 7 gennaio 1996

In un intenso colloquio con focolarini sposati, rispondendo ad una loro domanda, Chiara Lubich confida in che modo Maria, la Desolata, si fa per lei “maestra” del saper perdere (per seguire Gesù).

(…) Ecco, poi volevo dirvi qualcosetta anche sulla Desolata. La Desolata è la maestra del perdere. Be' qui, popi, la mia pratica - siccome devo comunicarvi la mia anima - è quando viene in mente qualcosa di inutile: perdo, perché questo... mi fa fastidio questo qualcosa di inutile, perché ormai abbiamo anche l'anima abituata un po' alle cose belle, che sono leggere, soavi, bellissime. Quando entra qualcos'altro, un po' di terra, un po'..., ecco, sentiamo un disagio, allora si capisce: qui c'è un attaccamento, qui c'è un po' di superbia, qui c'è un po' di orgoglio, qui c'è un attaccamento a qualche cosa, qui c'è..., ecco, e noi sentiamo nell'anima. Allora l'unica è la Desolata: perdere. Allora io... si perde e ci si butta ad amare, ci si butta ad andare avanti, ecc.  
Perciò viviamo anche questo.  

Però in questi ultimi giorni, da quando siete venuti voi, io mi sono accorta di una cosa, popi: che abbracciando Gesù Abbandonato e Maria Desolata sono come tutta vestita da cristiana, per seguire Gesù, sono in divisa, per seguire Gesù. Difatti Gesù dice: "Chi vuol venire dietro a me...", chi vuol venire dietro, cioè chi vuol seguirmi, faccia così e così, cioè la Desolata e l'Abbandonato.  
Però mi sono accorta che sono soltanto vestita e che sto seguendo Gesù passo passo. Però io voglio vedere dove mi porta. Sentivo che mi mancava arrivare dove mi porta. Con la mia esperienza lo so, teoricamente, l'Ideale ci ha già detto tutto.  
Allora io ho detto: ah sì, dove mi porta? Ma mi porta ad amare, ad amarLo, e lui mi dice che per amarLo bisogna osservare le sue parole, i suoi comandamenti, che si stringono tutti in uno solo, che è il comandamento nuovo come vi ha spiegato anche Gérard, ecco, che va a finire lì, insomma, tutti i comandamenti hanno questa finalità: di realizzare il comandamento nuovo.  
Allora io dico: io voglio va bene seguire Gesù, ma io voglio anche amarLo. Allora non basta esser vestita, aver la divisa di cristiana; io ho la divisa di cristiana, io posso seguire Gesù, bisogna anche fare quello che Lui vuole. E cos'è che Lui vuole? Che io lo ami. E per amarLo bisogna che ci amiamo fra di noi.  

testo

buca delle lettere

Contact Icon

Saremo grati a quanti ci faranno pervenire ricordi, documenti inediti, foto... per arricchire l'archivio di Chiara Lubich.
per inviarceli subito

chi è online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.