Berlino, 31 maggio 2003

In questo discorso all’Ökumenischer Kirchentag Chiara Lubich definisce l’uomo “capolavoro” di Dio e tratteggia le caratteristiche della capacità di relazione che lega in modo unico l’umanità con il suo Creatore.  

Da un discorso di Chiara all'Ökumenischer Kirchentag

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.