Castel Gandolfo, 29 gennaio 1998

Chiara Lubich, alla richiesta di alcuni sacerdoti di una parola–sintesi a cui ispirarsi, concentra in una dichiarazione d’amore a Dio tutti i propositi che animano le azioni della giornata, rendendola una continua preghiera.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.