Presentazione del libro: Paolo VI e Chiara Lubich - La profezia di una Chiesa che si fa dialogo

Castelgandolfo, 27 settembre 2015

20150927 castelgandolfoNel contesto della presentazione del libro Paolo VI e Chiara Lubich La profezia di una Chiesa che si fa dialogo, il giornalista di Radio Vaticana Alessandro De  Carolis ha offerto una efficace sintesi dei contributi presentati nel libro e della novità di esso.

Testo Intervento

I contributi del volume “Paolo VI e Chiara Lubich – La profezia di una Chiesa che si fa dialogo” descrivono dal loro specifico punto di vista (storico, teologico, giuridico ecc…) la storia dello straordinario rapporto, potremmo dire, tra un padre e una figlia. Tra un padre lungimirante e dal cuore aperto e una figlia ispirata e insieme fedele e tenace.

L’incontro tra Giovanni Battista Montini/Paolo VI e Chiara Lubich avviene in un preciso scenario quello in cui da tempo sta salendo alla ribalta nella Chiesa una figura praticamente fino ad allora rimasta sullo sfondo, indefinita: il laico.

Già dall’Ottocento e più ancora nel XX secolo – mentre la Chiesa riscopre la portata sociale della sua missione – la fisionomia del laicato muta profondamente: non più come in passato un gruppo elitario, spesso notabili affiancati all’aristocrazia dell’altare, ma persone di varia estrazione sociale via via più consapevoli di poter fare della propria fede uno stile di vita e di testimonianza cristiana lì dove a un laico è più congeniale: in mezzo alla gente, in famiglia, al lavoro, nella vita pubblica.

Leggi tutto...

Dedicazione a Chiara Lubich di una rotonda nella Città di Rimini.

Sabato 30 maggio 2015

20150530 riminiUn accogliente giardino ospita gli 80/90 invitati tra autorìtà e cittadini d’ogni età, tutti avvolti da un clima di gioia e cordialità. Si  attualizza l’evento del conferimento della cittadinanza onoraria concessa a Chiara il 23 settembre 1997,  quando nell’album d’oro del Comune ella scrisse: “Che Rimini e i suoi cittadini  conoscano la gioia di una fraternità perfetta che irradi luce e amore tutto intorno ”. 

Leggi tutto...

Ricordando Chiara

20150314 politici coreaIl settimo anniversario della sua scomparsa è stato l’occasione per approfondire le prospettive che dal messaggio del carisma dell’unità emergono oggi per la politica con convegni e seminari nei diversi continenti.

Questi appuntamenti si sono tenuti a Roma presso la Camera dei Deputati di Montecitorio; a Seul  presso la sede del Parlamento coreano; a Madrid  presso la sede del Parlamento Europeo e a Strasburgo.

Leggi tutto...

Quelle “letterine” nel nostro momento storico

SEustachio LetterePrimiTempiLe Lettere dei primi tempi di Chiara Lubich sono state presentate il 19 marzo 2015 a Roma. Il volumetto di testi di Chiara Lubich, pubblicato postumo nel 2010, a cura del Centro Chiara Lubich, è il frutto di un’accurata raccolta tratta dal suo vasto epistolario, in tutto 60 lettere scritte negli anni  1943-‘49, storicamente documentate1.

Quelle “letterine” (come la stessa Autrice le definì in seguito), contemporanee agli  anni in cui, a Trento, prendeva forma la straordinaria avventura spirituale di Chiara e delle sue prime compagne, sono dunque un documento di prima mano e costituiscono quanto vi è di più vicino al nucleo sorgivo della Spiritualità dell’Unità. 

La “ri-presentazione” del libro non voleva essere però solo una commemorazione, un semplice ricordo di qualcosa di pur alto e nobile. Si proponeva piuttosto di condurre all’oggi, interrogandolo alla luce delle intuizioni carismatiche che quegli scritti mostravano.

Leggi tutto...

Convegno "Il dire è dare"

Il Dire è Dare«“Il dire è dare” (C. Lubich). La parola come dono e relazione» è stato il tema centrale del Primo Convegno Internazionale dedicato ad approfondire la figura di Chiara Lubich anche sotto il profilo linguistico letterario. Ne è stato promotore, in collaborazione con il Centro Chiara Lubich, il Gruppo di ricerca e di studio della Scuola Abbà dell’area linguistico-letteraria. 
Il Convegno, svoltosi a Castelgandolfo (Roma) dal 10 al 12 aprile 2015, è stato animato dalla presenza di 91 partecipanti, esperti della materia, provenienti da Hong Kong, Costa Rica, Argentina, Venezuela, Brasile, Spagna, Portogallo, Francia, Belgio, Svizzera, Germania, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia, Russia, e da varie città d’Italia, per un totale di 17 lingue rappresentate, “in rapporto d’amore tra loro”. Particolarmente intensa la visita alla casa di Chiara e al “Centro Chiara Lubich”, a contatto diretto con i suoi scritti. Oltre 900 gli accessi alla diretta Internet. Le relazioni presentate (vedi programma) nel corso del Convegno saranno oggetto di una prossima pubblicazione.

Sottocategorie

chi è online

Abbiamo 160 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.