Maggio 1986

Firenze, 17 maggio 1986

Da un discorso di Chiara Lubich a una Giornata del Movimento per la vita.

Un importante intervento in cui Chiara non parla “in cattedra” ma a partire dalla suo aver sperimentato che il dolore accolto avvicina a Dio. Un forte messaggio per chi vive la malattia in prima persona o per chi sta vicino agli ammalati o agli anziani.